Di montagne e macigni


Apriamo una piccola parentesi personale, per spiegare la nostra assenza e il temporaneo abbandono del sito: purtroppo una persona a noi vicina non sta molto bene. Di conseguenza, nell’ultimo periodo le nostre ricerche e i nostri approfondimenti sono indirizzati sull’argomento “affrontare una malattia”, “come supportare e sostenere i genitori di un bambino malato” e simili.

Perché se non sono loro a cercare il silenzio, creare un clima di omertà non aiuta nessuno. Fa bene parlarne, con sincerità e senza eccessi, e fa bene ascoltarli. Loro hanno bisogno di trovare un modo per condividere, per quanto possibile, un peso che rischia di schiacciarli. Sappiamo tutti che la montagna potrebbe franargli addosso in qualsiasi momento, e travolgerli, ma intanto possiamo stare con loro. Niente bugie, niente commiserazioni.

Assecondare il loro desiderio di normalità, compatibilmente con le circostanze.

Se il bambino non deve stare in isolamento, organizzare attività insieme.

Anche se esistono malattie inguaribili, le persone sono sempre curabili (G.Lonati).